Centro di Bassano: morto e sepolto

Questa sera ho fatto un giro per il centro di Bassano. Sono rimasto deluso: oltre ad altri nuovi negozi chiusi, ho visto un centro in deperimento, affollato solo di bar la cui clientela è composta per lo più di giovinotti intenti a bere e fare confusione. Nessuna iniziativa degna di questo nome in un fine settimana di fine estate di caldo e bel tempo. Osservando il programma di Opera Estate Festival si nota come si assottiglia di anno in anno, perdendo al contempo qualità. Basti pensare che il cinema all'aperto nel giardino Parolini inizierà questa estate solo a luglio. Qualche anno fa iniziava ai primi di giugno. Sarà solo colpa della crisi? O anche della mancanza di organizzazione, programmazione e iniziativa della amministrazione comunale di Bassano? Come già ho avuto modo di dire la giunta Poletto manca di un progetto, manca di una visione e di competenze per portare avanti il rilancio del centro di Bassano, che languisce sempre di più nel disinteresse generale. Un vero peccato. A Bassano serve un progetto vero di marketing turistico e territoriale per rendere la nostra città attraente e capace di portare risultati alla economia cittadina. Oggi la città non ha nè arte nè parte. Io nel mio piccolo ho provato a lanciare proposte, idee, iniziative. Inascoltato. I bassanesi si ritengono evidentemente superiori e hanno troppa spocchia, associazioni di categoria e imprenditori in primis. Di questo passo Bassano morirà. Con coraggio e con un piano si può invertire la tendenza, riportando la città al suo ruolo. Dal sindaco Poletto e dalla sua giunta mi aspettavo, sinceramente, qualcosa in più temo invece che saranno altri 4 anni persi. Vuol dire che tenteremo di lanciare una proposta che includa le parti per un nuovo progetto in vista delle elezioni del 2019. 

Post più popolari